MicroRNA per il controllo delle metastasi

Ultimo aggiornamento: 23 agosto 2018

Un gruppo di ricercatori dell'Università di Padova ha identificato una famiglia di microRNA collegata allo sviluppo delle metastasi nel tumore al seno.

Titolo originale dell'articolo: A MicroRNA targeting dicer for metastasis control

Titolo della rivista: Cell

Data di pubblicazione originale: 1 giugno 2010

I microRNA sono una nuova categoria di geni. Il genoma umano - il corredo di cromosomi contenuti in ogni cellula - ne ha circa un migliaio e, a differenza di tutti gli altri geni, i microRNA non codificano per alcuna proteina (elementi essenziali per la forma e funzionalità della cellula).

Al contrario, i microRNA servono a impedire l'attività di molti altri geni, funzionando un po' da direttori d'orchestra, che zittiscono una parte di geni per farne "parlare" solo alcuni: questa funzione è essenziale per la vita della cellula ma può essere anche dirottata a favore della crescita delle cellule tumorali. È noto infatti che nei tumori solo pochi microRNA vengono attivati mentre la grande maggioranza di microRNA viene inibita.

Fino a oggi non si sapeva come ciò avvenisse e quali fossero i vantaggi effettivi apportati alla cellula tumorale dall'inibizione dei microRNA: con lo studio pubblicato sulla rivista Cell e realizzato grazie al contributo dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, i ricercatori dell'Università degli studi di Padova guidati da Stefano Piccolo hanno fatto un decisivo passo avanti in questa direzione.

I ricercatori hanno infatti identificato una famiglia di microRNA associabile allo sviluppo di metastasi e a una cattiva prognosi in pazienti affette da cancro al seno. Bloccare l'azione di queste molecole potrebbe essere una nuova strategia per combattere l'espansione delle metastasi stesse.