Tiziana Bonaldi

Nata a Crema nel 1973, si è laureata in scienze biologiche all’Università di Milano e ha conseguito un dottorato in biochimica al Dibit dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Dopo sei anni in Germania, prima presso l’Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera e poi presso il Max Planck Institute di Martinsried, nel 2008 è rientrata in Italia, grazie a un doppio finanziamento: uno erogato dalla Fondazione Giovanni Armenise-Harvard e un My First AIRC Grant. Oggi guida il laboratorio La proteomica del nucleo per lo studio della regolazione dell’espressione genica nel cancro dell’Istituto europeo di oncologia (IEO).

Progetti seguiti

Dissecting the roles of methylases and demethylases via a systematic analysis of their substrate: the methyl-proteome

Nome dell'istituzioneIstituto Europeo di Oncologia I.R.C.C.S. S.r.l.
RegioneLombardia
Budget194.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Scopo del progetto di ricerca è descrivere nel dettaglio il rapporto tra metilazione delle proteine e cancro. La metilazione è un processo fisiologico in cui la struttura delle proteine viene modificata attraverso l’aggiunta di specifici gruppi chimici. Si tratta di un fenomeno fondamentale per regolare la funzione delle proteine. Se però è alterato, può condurre all’insorgenza di diverse patologie, incluso il cancro. Obiettivo della ricerca è ricostruire, attraverso l’uso di sofisticati strumenti di analisi come la proteomica, la mappa dei cambiamenti di metilazione a cui vanno incontro le proteine, valutandone la ricaduta in diversi processi cellulari, tra cui l’instabilità genomica, i meccanismi di riparazione del DNA e la resistenza ai farmaci chemioterapici. In parallelo si cercherà anche di caratterizzare le basi molecolari di diversi farmaci in via di sviluppo per la cura di diversi tumori, che agiscono interferendo con la metilazione.