Nato a Monza nel 1956, si è laureato in scienze biologiche all’Università degli Studi di Milano. Ha svolto gran parte della sua carriera professionale all’Istituto nazionale nazionale dei tumori di Milano. Dal 2000 al 2012 ha lavorato all’Istituto FIRC di oncologia molecolare (IFOM) dove ha diretto prima il laboratorio di diagnostica molecolare dei tumori ereditari, e poi un gruppo di ricerca in genetica molecolare del cancro. Oggi è tornato stabilmente all’Istituto nazionale dei tumori, dove è responsabile della Struttura semplice dipartimentale medicina predittiva: basi molecolari rischio genetico e test genetici.

Progetti seguiti

Laboratory tools for the classification of variants of unknown significance in breast/ovarian predisposition genes

Nome dell'istituzioneFondazione I.R.C.C.S. Istituto Nazionale dei Tumori - Milano
RegioneLombardia
Budget164.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Il progetto di ricerca punta a migliorare la capacità di identificare le persone a maggiore rischio di ammalarsi di cancro al seno e all’ovaio a causa di una predisposizione ereditaria. In particolare il progetto ha l’obiettivo di sviluppare metodi di analisi che consentano di discriminare, tra le diverse varianti che sono presenti nei geni di predisposizione al cancro della mammella e dell’ovaio, quelle che sono responsabili di un aumento del rischio di sviluppare un cancro rispetto a quelle che sono invece prive di significato clinico.