Nato a Bologna, si è laureato in medicina e chirurgia presso l’Università di Bologna e nello stesso ateneo ha conseguito la specializzazione in ematologia clinica e di laboratorio. Oggi è direttore dell’Istituto di ematologia Seràgnoli presso l’Azienda ospedaliero-universitaria S. Orsola-Malpighi di Bologna e professore ordinario nell’ateneo bolognese, della cui scuola di specializzazione in ematologia è direttore.

Progetti seguiti

StreaMMing: the dynamics of Multiple Myeloma minimal residual disease in the peripheral blood stream

Nome dell'istituzioneAlma Mater Studiorum Università di Bologna
RegioneEmilia Romagna
Budget0 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Scopo del progetto di ricerca è mettere a punto strategie più efficaci e non invasive per monitorare la malattia, e tenerne sotto controllo i valori, nei pazienti con mieloma multiplo. In particolare, nello studio si intende verificare l’efficacia della biopsia liquida (cioè la ricerca nel sangue di materiale genetico rilasciato dalle cellule tumorali) per rilevare la cosiddetta “malattia minima residua”. Questo indicatore definisce la quantità di cellule tumorali che possono rimanere nel paziente dopo la terapia e che, sebbene non diano luogo a sintomi, possono portare a una recidiva. Se lo studio avrà risultati positivi, potrebbe essere sufficiente un semplice esame del sangue, anziché la più invasiva biopsia del midollo osseo, per ottenere informazioni importanti sullo stato della malattia e consentire ai medici di impostare tempestivamente il migliore percorso terapeutico.