Giorgio Stassi

Nato a Palermo nel 1965, si è laureato in medicina e chirurgia e ha conseguito la specializzazione in endocrinologia e malattie del ricambio nell’Università della sua città. Qui ha iniziato l’attività di ricerca presso il laboratorio di immunologia medica per trasferirsi successivamente al John G. Rangos Sr. Research Center a Pittsburgh (USA). Tornato all’Università di Palermo, ha dato vita al laboratorio di biologia molecolare e cellulare, diventando successivamente responsabile di quello di fisiopatologia cellulare e molecolare. Dopo una parentesi come direttore dell’Unità di oncologia cellulare e molecolare della Fondazione Salvatore Maugeri di Pavia, oggi dirige il laboratorio di oncologia cellulare e molecolare dell’ateneo siciliano, dove è anche professore.

Progetti seguiti

Genetic Mutation Model: unveiling the pathogenetic mechanisms of thyroid carcinoma

Nome dell'istituzioneUniversità degli Studi di Palermo
RegioneSicilia
Budget246.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Il progetto di ricerca ha l’obiettivo di studiare nel dettaglio i meccanismi alla base dello sviluppo e della progressione dei tumori della tiroide (ovvero le mutazioni genetiche, i tipi di cellule coinvolte, le vie di segnalazione). Benché sia una neoplasia molto diffusa, le cause di sviluppo del tumore tiroideo non sono infatti del tutto chiare e ciò si traduce spesso nella mancata efficacia di protocolli terapeutici utilizzati. Il progetto ha la peculiarità di utilizzare cellule di origine embrionale fatte sviluppare in cellule tiroidee: ciò consentirà di studiare il ruolo di specifiche anomalie nelle diverse fasi dello sviluppo del tumore. La ricerca potrebbe portare all’identificazione di bersagli molecolari finora non conosciuti contro cui indirizzare nuove terapie.