Francesco Ricci

Nato a Roma nel 1977, si è laureato in chimica all’Università di Roma Tor Vergata e nello stesso ateneo ha conseguito un dottorato di ricerca in chimica analitica. Dopo un’esperienza di ricerca alla University of California, Santa Barbara (USA), è tornato come ricercatore all’Università di Tor Vergata, dove oggi è professore ordinario e coordina il laboratorio di biosensori e nanomacchine.

Progetti seguiti

Synthetic gene switches for point-of-care tumor markers detection

Nome dell'istituzioneUniversità degli Studi di Roma "Tor Vergata"
RegioneLazio
Budget0 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Il progetto di ricerca punta a realizzare nuovi sistemi rapidi, sensibili e a basso costo per la diagnosi di tumore basati sull’utilizzo di geni sintetici. Nello specifico, il progetto prevede di sintetizzare in laboratorio geni artificiali progettati in modo da riconoscere uno specifico marcatore tumorale ed essere attivati soltanto in seguito al legame con esso. Il “gene sintetico” verrà posto su un piccolo chip su cui sarà deposta una goccia di sangue da analizzare. Una volta a contatto con il marcatore diagnostico, tale gene sintetico sarà attivato e darà il via alla sintesi di una proteina in grado di dare un segnale luminoso facilmente misurabile. Questo dovrebbe permettere di ottenere informazioni diagnostiche sulla presenza del marcatore tumorale nel campione di sangue.