Nato a Verona nel 1952, si è laureato in medicina e chirurgia presso l’Università degli Studi di Padova. Ha successivamente conseguito le specializzazioni in chirurgia generale e in chirurgia toracica presso l’Università degli Studi di Verona, sede in cui è tornato a lavorare come ricercatore dopo un’esperienza presso l’Unità di chirurgia dei trapianti all’Università di Monaco, in Germania. Oggi dirige l’Unità operativa di chirurgia generale e del pancreas e l’Istituto del pancreas dell’ateneo veronese, dove è inoltre direttore della Scuola di specializzazione in chirurgia generale. È inoltre responsabile del laboratorio di chirurgia traslazionale presso i laboratori universitari di ricerca medica (LURM).

Progetti seguiti

Heterotrimeric G-Protein Signaling (GPS) to track pancreatic cancer cells and micrometastases

Nome dell'istituzioneUniversità degli Studi di Verona
RegioneVeneto
Budget96.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2019 - 2024
Descrizione

Il progetto di ricerca ha l’obiettivo di sviluppare nuovi trattamenti e strumenti diagnostici per il tumore del pancreas. La ricerca si focalizza su un possibile meccanismo di insorgenza della neoplasia finora inesplorato e che vede come protagonista un sistema di segnalazione cellulare. Nelle cellule sane questo sistema, che comprende alcune proteine appartenenti alla famiglia delle proteine G, è coinvolto in diversi processi fisiologici, dal controllo della crescita alla regolazione degli ormoni alla percezione sensoriale. Le cellule tumorali, tuttavia, sono in grado di interpretarlo a proprio vantaggio alimentando la crescita e la diffusione della malattia. Il progetto punta a descrivere nel dettaglio il funzionamento di questi processi e verificare se interferendo con questo sistema di segnalazione sia possibile ottenere la morte delle cellule tumorali.