Carmine Carbone

Nato a Benevento nel 1981, si è laureato in biologia presso l’Università degli studi di Napoli Federico II e ha successivamente conseguito un dottorato di ricerca in biologia avanzata presso il Dipartimento di farmacologia sperimentale dell’Istituto nazionale tumori Fondazione Pascale. Si è poi trasferito presso l’Università degli Studi di Verona e ha conseguito la specializzazione in patologia clinica e biochimica clinica all’Università di Milano. Oggi lavora presso la Fondazione policlinico Gemelli IRCCS, Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma.

Progetti seguiti

Molecular profiling to detect early-steps of pancreatic carcinogenesis to improve prognosis and clinical outcome of IPMN

Nome dell'istituzioneFondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli
RegioneLazio
Budget0 €
Tipo di progettoMFAG
Annualità2019 - 2024
Descrizione

Il progetto di ricerca ha l’obiettivo di comprendere i meccanismi che danno origine al tumore del pancreas. Lo studio si concentrerà in particolare sulle neoplasie intraduttali papillari mucinose (IPMN), piccole cisti che si formano nei dotti pancreatici e che possono evolvere in tumore. Sperimentalmente si procederà con colture delle cellule che formano questo tipo di cancro, cercando di ricostruire in laboratorio anche l’aspetto in tre dimensioni del tumore, tramite la tecnica dei cosiddetti organoidi. Scopo del progetto è anche individuare i meccanismi molecolari che fanno sì che alcune cisti dei dotti pancreatici si trasformino in tumori maligni mentre altre rimangano innocue. Ciò consentirà di disporre di marcatori biologici in grado di individuare i pazienti che necessitano di un trattamento immediato per aggredire la patologia prima che arrivi a uno stadio avanzato, quando quindi è più facile da curare.