Nato a Bologna nel 1962, si è laureato in medicina e chirurgia all’Università degli Studi di Milano e nello stesso ateneo ha conseguito la specializzazione in medicina nucleare. Ha lavorato all’Ospedale San Paolo a Milano, all’IRCCS Ospedale San Raffaele e alla Fondazione IRCCS Istituto nazionale dei tumori facendo, nel frattempo, diverse esperienze di studio e lavoro all’estero, in Germania e negli Stati Uniti. Dal 2000 è all’Humanitas Research Hospital, dove è responsabile dell’Unità operativa di medicina nucleare, affiancando all’attività clinica quella di ricerca e quella didattica. È inoltre editor in chief dello European Journal of Nuclear Medicine and Molecular Imaging.

Progetti seguiti

Image Mining and ctDNA to Improve Risk Stratification and Outcome Prediction in NSCLC applying Artificial Intelligence

Nome dell'istituzioneUniversità Humanitas
RegioneLombardia
Budget186.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2019 - 2024
Descrizione

Il progetto di ricerca ha lo scopo di mettere a punto un più efficace stru-mento diagnostico per il tumore al polmone. Il progetto punta a costruire un sistema di intelligenza artificiale in grado di integrare e analizzare con-giuntamente le informazioni derivanti da tecniche di diagnostica per im-magini (TC, PET) e i dati ottenuti dal DNA tumorale circolante estratto dal sangue tramite la cosiddetta biopsia liquida. Questo nuovo strumento po-trebbe essere in grado di fornire informazioni più accurate sulle caratteri-stiche della malattia, allo scopo di avviare ciascun paziente verso un per-corso terapeutico quanto più possibile personalizzato, valutando la rispo-sta alle terapie e monitorando la malattia.