Andrea Alimonti

Nato a Roma nel 1975, si è laureato in medicina e chirurgia all’Università di Roma La Sapienza, dove si è specializzato in oncologia clinica. Dal 2004 al 2009 ha lavorato negli Stati Uniti, prima presso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center a New York, poi a Boston presso il Beth Israel Deaconess Medical Center. Dal 2011 dirige il laboratorio di oncologia molecolare presso l’Institute of Oncology Research di Bellinzona. È professore di oncologia all’Università della Svizzera italiana, di farmacologia all’Università di Padova e ricercatore presso l’Istituto veneto di medicina molecolare.

Progetti seguiti

Development of pro-senescence and senolytic compounds for prostate cancer therapy

Nome dell'istituzioneFondazione Ricerca Biomedica Avanzata ONLUS
RegioneVeneto
Budget145.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Scopo del progetto di ricerca è identificare nuovi farmaci per il trattamento del tumore della prostata. Sebbene nella maggior parte dei casi questa neoplasia sia oggi curabile, negli stadi più avanzati le terapie tendono a essere inefficaci. Con il progetto si punta a riattivare i processi di invecchiamento cellulare (senescenza) che nelle cellule tumorali risultano alterati in modo da arrestarli irreversibilmente. Inoltre si intende identificare composti che uccidano selettivamente le cellule tumorali senescenti in tumori trattati con chemioterapia. Infatti le cellule tumorali senescenti, sebbene non in grado di replicarsi, possono essere responsabili di recidive tumorali. L’obiettivo finale del progetto è quindi ottimizzare trattamenti sequenziali dove farmaci che inducono la senescenza vengono alternati a farmaci che rimuovono le cellule. In particolare verranno sperimentate combinazioni di farmaci pro-senescenti e immunoterapici in maniera da favorire la rimozione di queste cellule da parte del sistema immunitario.