Alessandro Quattrone

Nato a Prato nel 1966, si è laureato in scienze biologiche all’Università di Firenze e nello stesso ateneo ha conseguito un dottorato di ricerca in morfologia e morfogenesi umana. Dopo diverse esperienze all’estero (ai National Institutes of Health statunitensi, alla West Virginia University e alla Johns Hopkins University) e in Italia (all’Università di Firenze, a quella di Parma e all’IRCCS di San Giovanni Rotondo, dove è stato direttore di ricerca), nel 2006 è stato chiamato per dare vita al Centro per la biologia integrata (CIBIO), poi trasformato nel Dipartimento di biologia cellulare, computazionale e integrata dell’Università di Trento, di cui è tutt’ora direttore.

Progetti seguiti

Drugging m6A-mediated mRNA recognition in neuroblastoma

Nome dell'istituzioneUniversità degli Studi di Trento
RegioneTrentino Alto Adige
Budget113.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2018 - 2023
Descrizione

Il progetto di ricerca punta a sviluppare nuovi farmaci contro il neuroblastoma, un tumore che colpisce prevalentemente i bambini. I composti, caratterizzati da un meccanismo d’azione completamente nuovo, dovranno essere capaci di interferire con i processi di lettura dell’RNA messaggero. L’RNA può andare incontro a delle modifiche chimiche, come la cosiddetta metilazione, che ne alterano la capacità di contenere informazioni e consentono all’RNA stesso di esercitare numerose funzioni di regolazione dei processi cellulari. Tuttavia, alcune di queste modifiche sono associate nel neuroblastoma a una maggiore gravità della malattia. Con lo studio si mira a “sterilizzare” tale effetto, identificando molecole che impediscano l’azione delle proteine coinvolte in tale processo tumorale.