RAI per AIRC

Il progresso della ricerca passa dalla consapevolezza dei risultati ottenuti e delle nuove sfide da affrontare. È per questo che RAI e AIRC, da domenica 4 a domenica 11 novembre, rafforzano una straordinaria alleanza che ha permesso di portare il tema “cancro” nelle case degli italiani, contribuendo a informare il pubblico sui progressi della ricerca scientifica e consentendo di raccogliere in ventiquattro edizioni più di 100 milioni di euro, grazie alla generosità degli italiani.

Per otto giorni tutta la RAI - tv, radio, testate giornalistiche, digital – dedica l’intero palinsesto al racconto delle storie dei protagonisti della ricerca: persone che hanno superato la malattia, ricercatori, medici e volontari. A loro e ai conduttori il compito di coinvolgere il pubblico alla donazione per sostenere una nuova generazione di scienziati e per avviare progetti innovativi per la cura del cancro.

Domenica 4 novembre i Giorni della Ricerca si aprono con lo Speciale con i campioni de L’Eredità su Rai1, condotto da Flavio Insinna con la partecipazione straordinaria di Carlo Conti, ambasciatore AIRC. Da lunedì 5 il testimone passa senza sosta dalle trasmissioni televisive a quelle radiofoniche, dalle testate giornalistiche ai canali digital. Molti gli appuntamenti speciali! Da Radio3 Scienza martedì 6, a Radio2 Social Club giovedì 8, passando venerdì da Tale e Quale e sabato da Portobello su Rai1: domenica 11 una vera e propria maratona parte dall’appuntamento mattutino con Uno Mattina In Famiglia, prosegue con Domenica In, con Life su Radio 1 per concludersi su Rai 3 con il racconto della ricerca in seconda serata con lo Speciale Tutta Salute, condotto da Michele Mirabella e Pierluigi Spada con la partecipazione di Carlotta Mantovan.

Con gli ambasciatori di AIRC Antonella Clerici e Carlo Conti, scende in campo una squadra con moltissimi personaggi amati dal grande pubblico, tutti insieme per sostenere la ricerca e costruire un futuro libero dal cancro.

visual-rai-giorni-2018