Bevande zuccherate: dolci al gusto, pericolose per la salute

Bevande zuccherate: dolci al gusto, pericolose per la salute

Arriva da un ampio studio francese la conferma che il consumo di bibite che contengono zucchero, inclusi i succhi contenenti 100 per cento frutta, si associa a un aumento del rischio di sviluppare tumori

Bere troppe bibite zuccherate o succhi di frutta nel corso della giornata è rischioso anche dal punto di vista oncologico, secondo quanto scrivono gli autori di uno studio i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulla rivista British Medical Journal.

Il consumo di bevande zuccherate è aumentato di oltre il 40 per cento dal 1990 al 2016. Gli effetti negativi di questi prodotti su cuore e vasi sono stati ampiamente studiati e sono oggi ben noti” spiegano gli autori dello studio, guidati da Eloi Chazelas che si occupa di epidemiologia nutrizionale all’Università di Parigi. “Meno noti sono invece gli effetti del consumo di bevande zuccherate sul rischio di cancro” aggiungono i ricercatori che, per colmare questa lacuna, hanno analizzato i dati di oltre 101.000 persone incluse nella coorte French NutriNet-Santé (2009-2017).

Ridurre il consumo

Con l’obiettivo di trovare eventuali associazioni tra il consumo di bibite zuccherate e il rischio di ammalarsi di tumore, Chazelas e colleghi hanno valutato le risposte dei partecipanti a specifici questionari alimentari che includevano anche domande sul consumo di bevande zuccherate e su bevande addolcite con dolcificanti artificiali. Dall’analisi è emerso che ogni aumento di 100 ml al giorno del consumo di bevande zuccherate si associa a un incremento del 18 per cento circa del rischio relativo di sviluppare un tumore. In particolare la possibilità di ammalarsi di cancro del seno aumenterebbe del 22 per cento. “L’associazione con il rischio di sviluppare un tumore in generale è confermata anche per il consumo di succhi contenenti 100 per cento frutta, ma non è stata osservata nel caso di bibite contenenti dolcificanti artificiali, forse per via dei dati troppo scarsi” aggiungono i ricercatori. Secondo le ipotesi degli autori, alla base di questo effetto potrebbero esserci l’aumento di peso causato dalle bevande zuccherate e il loro elevato indice e carico glicemico, senza dimenticare la presenza di additivi potenzialmente pericolosi. “Seppur da confermare in altri studi e in diverse popolazioni, questi dati suggeriscono che la riduzione drastica delle bevande zuccherate potrebbe essere una strategia efficace per la prevenzione dei tumori” concludono Chazelas e colleghi.

  • Autori:

    Agenzia Zoe

  • Data di pubblicazione:

    11 settembre 2019