Cancro: AIRC e FIRC investono oltre 118 milioni di euro per 650 progetti e nuovi programmi di ricerca

L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e la sua Fondazione, per il 2018, mettono a disposizione della comunità scientifica italiana oltre 118 milioni di euro per sostenere 584 progetti di ricerca, 66 borse di studio e altri programmi di ricerca speciali che prenderanno il via nel corso dell’anno.

Quello di AIRC e FIRC è un investimento straordinario per rispondere sempre meglio alle sfide che devono affrontare i ricercatori e alle necessità dei pazienti - spiega Federico Caligaris Cappio, Direttore Scientifico AIRC – Per questo dobbiamo disporre di strumenti di finanziamento sempre all’avanguardia: da quest’anno, ad esempio, abbiamo deciso di estendere la durata dei nostri programmi di ricerca da 3 a 5 anni. Un cambiamento importante che comporta un ulteriore impegno economico, ma che consentirà ai ricercatori di lavorare in modo ancora più organico e strutturato coinvolgendo e facendo crescere tanti giovani su progetti quinquennali. Questo prolungamento ci permetterà anche di valutare sempre meglio i risultati dei nostri scienziati”.

AIRC e la sua Fondazione garantiscono continuità al lavoro di circa 5.000 ricercatori - un vero e proprio esercito, composto per il 63% da donne e per il 54% da under 40. Si tratta dei migliori talenti della ricerca oncologica italiana, selezionati attraverso un rigoroso processo di valutazione. La loro attività potrà proseguire in laboratori di università, ospedali e istituzioni di ricerca, prevalentemente in strutture pubbliche, con un beneficio tangibile per i sistemi della ricerca e della sanità del nostro Paese.

Due gli obiettivi strategici di AIRC e FIRC per il 2018: favorire la capillare e omogenea crescita scientifica e culturale del nostro Paese per non perdere nessuno dei nostri talenti e stringere alleanze internazionali con realtà di grande prestigio che condividono la missione di AIRC. “Quest’anno prenderanno il via due importanti programmi – ricorda Caligaris Cappio – In primavera annunceremo i vincitori del bando per il nuovo programma 5 x 1000 dedicato allo studio delle metastasi con un finanziamento di circa 20 milioni di euro e prima dell’estate conosceremo i gruppi di ricerca che si sono aggiudicati il prestigioso Accelerator Award, per il quale AIRC ha impegnato circa 6 milioni di euro. Il bando, in collaborazione con Cancer Research UK (CRUK) e Fundación Científica - Asociación Española Contra el Cáncer (FC AECC), ha l’obiettivo di accelerare la ricerca traslazionale ampliando la rete internazionale di collaborazioni dei ricercatori dei tre Paesi”.

Dati e numeri che confermano ancora una volta il ruolo di AIRC e della sua Fondazione come primo polo privato di finanziamento della ricerca indipendente sul cancro in Italia. Un posizionamento reso possibile dai successi conseguiti in oltre 50 anni di impegno, dalla fiducia di 4,5 milioni di sostenitori e dalla partecipazione di 20 mila volontari attivi su tutto il territorio che, sabato 27 gennaio, torneranno in 2.500 piazze per far ripartire l’attività di raccolta fondi con la distribuzione delle Arance della Salute.

Dettaglio investimenti AIRC e FIRC per il 2018

Finanziamenti deliberati

La rilevanza e l’impatto per il cancro, l’innovatività, la fattibilità e l’esperienza dei proponenti sono i principali criteri che hanno indirizzato la selezione di progetti. Nel caso delle borse di studio è valutata anche la capacità di guida e insegnamento del capo laboratorio.

€ 57.668.477 per 493 Investigator Grant (IG), progetti di tre o cinque anni, affidati a ricercatori affermati;

€ 5.084.546 per 67 My First AIRC Grant, progetti di tre o cinque anni per ricercatori sotto i 40 anni, per condurre il primo progetto e acquisire progressivamente autonomia;

€ 1.978.719 per 14 Start Up, erogazioni di cinque anni per ricercatori preferibilmente sotto i 35 anni che rientrano dall'estero per avviare il proprio laboratorio di ricerca in Italia;

€ 4.162.266 per 59 Borse di studio per giovani laureati che vogliono apprendere le basi della ricerca oncologica in laboratori italiani d’eccellenza e per 7 Borse per l’estero dedicate a giovani ricercatori che intendono passare un periodo di specializzazione in un laboratorio internazionale;

€ 100.000 per 3 Progetti Equipment cofinanziati con la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze di per migliorare la dotazione di laboratori e strutture di ricerca nel territorio metropolitano fiorentino.

€ 6.660.000 per l’estensione di 7 programmi speciali di ampio respiro (5 per 1000 e Multi Unit) che vedono all'opera il meglio della ricerca oncologica italiana con l'obiettivo di identificare terapie più efficaci e nuovi strumenti di prevenzione e diagnosi precoce.

15,5 milioni sono destinati a IFOM, Istituto FIRC di Oncologia Molecolare, un centro di ricerca internazionale di eccellenza localizzato a Milano.

Impegno per programmi speciali

A primavera saranno annunciati i vincitori del bando per il nuovo programma 5 x 1000 dedicato allo studio delle metastasi con un finanziamento di circa 20 milioni di euro.

Prima dell’estate saranno resi noti i gruppi di ricerca che si saranno aggiudicati il prestigioso Accelerator Award, un bando in collaborazione con Cancer Research UK (CRUK) e Fundación Científica - Asociación Española Contra el Cáncer (AECC) su cui AIRC ha impegnato circa 6 milioni di euro.

AIRC: Dal 1965 con coraggio, contro il cancro

Da oltre cinquant’anni l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro sostiene progetti scientifici innovativi grazie a una raccolta fondi trasparente e costante, diffonde l’informazione scientifica, promuove la cultura della prevenzione nelle case, nelle piazze e nelle scuole. Oggi conta su 4 milioni e mezzo di sostenitori, 20mila volontari e 17 comitati regionali che garantiscono a circa 5.000 ricercatori - 63% donne e 54% ‘under 40’ - le risorse necessarie per portare nel più breve tempo possibile i risultati dal laboratorio al paziente. Dalla fondazione a oggi AIRC ha distribuito oltre 1 miliardo e trecento milioni di euro per il finanziamento della ricerca oncologica (dati attualizzati e aggiornati al 1 gennaio 2018). 

La Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro-AIRC, costituita nel 1977 da AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, promuove e finanzia la ricerca oncologica attraverso lasciti testamentari e donazioni. FIRC-AIRC, grazie al proprio patrimonio, assume impegni di lunga durata che garantiscono continuità al lavoro dei ricercatori. Nel 1998 la Fondazione ha creato IFOM – l'Istituto FIRC di Oncologia Molecolare – un centro di ricerca non profit fortemente innovativo e ad alta tecnologia che oggi ospita 265 ricercatori italiani e stranieri con un’età media di 38 anni. IFOM si pone l’obiettivo di svolgere e promuovere la ricerca scientifica e la formazione nel campo dell’oncologia molecolare verso concrete prospettive di beneficio ai pazienti. Informazioni e approfondimenti su fondazionefirc.it e ifom.eu.

Per saperne di più, scrivete a comunicazione(at)airc.it.

  • Data di pubblicazione:

    1 gennaio 2018