Progressi della ricerca AIRC

Una selezione dei risultati pubblicati negli ultimi mesi dai ricercatori finanziati da AIRC sulle riviste scientifiche internazionali.

progressi-ricerca-airc-apr17

Alla ricerca del DNA nel liquor

La meningite neoplastica può essere diagnostica più facilmente con un'analisi genetica che permette di identificare eventuali alterazioni del DNA nel liquido cefalorachidiano, o liquor, in cui è immerso il sistema nervoso centrale. "La meningite neoplastica è una particolare forma di invasione tumorale che si localizza nelle meningi e ha origine in genere da un altro tumore" spiega Caterina Marchiò, dell'Università di Torino, che ha pubblicato sulla rivista NeuroOncology i risultati di uno studio, finanziato anche da AIRC e condotto su due pazienti con sospetta meningite neoplastica, entrambi con tumore al polmone. "In questi casi la biopsia tradizionale è difficile da eseguire e la biopsia liquida, che ricerca il DNA tumorale nel sangue, non funziona" dice l'esperta. Con l'analisi genetica del liquor sono state identificate piccole quantità di DNA tumorale con le stesse caratteristiche genetiche del tumore originale. "Siamo all'inizio, ma si tratta senza dubbio di un passo importante verso una diagnosi più semplice e sicura e verso trattamenti più mirati" conclude Marchiò. 

Fonte: NeuroOncology

Per saperne di più

 

I traguardi dei nostri ricercatori

Una selezione dei lavori pubblicati dai ricercatori AIRC sulle più importanti riviste scientifiche internazionali, dai meccanismi cellulari di base alla prevenzione e cura della malattia.
Scopri di più

Lo scudo del tumore al fegato

Si chiama laminina 332 e rappresenta lo scudo che il tumore al fegato (carcinoma epatocellulare) utilizza per proteggersi dall'attacco dei farmaci biologici, in particolare dal sorafenib. Lo hanno scoperto i ricercatori, coordinati da Gianluigi Giannelli, dell'IRCCS De Bellis di Castellana Grotte (Bari) grazie a uno studio condotto con il supporto di AIRC e pubblicato sulla rivista Hepatology. "Sorafenib è l'unica terapia biologica disponibile per questo tumore e funziona spingendo le cellule del cancro a 'suicidarsi', ma dopo qualche tempo il tumore può diventare resistente al farmaco" dice Giannelli, sottolineando l'importanza di comprendere i meccanismi alla base di tale resistenza. Gli studi proseguono ora per capire se la laminina 332 e altre molecole a esse collegate possono avere un ruolo importante nello sviluppo di nuove terapie. 

Fonte: Hepatology

Per saperne di più

 

La diffusione dipende da p63

I linfociti T citotossici sono cellule del sistema immunitario molto attive contro il tumore, ma purtroppo non infallibili. Una ricerca condotta anche con il sostegno di AIRC ha fatto emergere dettagli importanti per capire come aiutare questi "killer buoni". "Il tumore mette in atto strategie per difendersi dai linfociti T citotossici grazie anche al contributo di fattori presenti nel microambiente che lo circonda" spiega Vincenzo Bronte, dell'Università di Verona, coordinatore di una ricerca pubblicata su Cancer Cell, nella quale l'attenzione si è focalizzata soprattutto su due enzimi: l'arginasi e la sintetasi dell'ossido nitrico. Gli studi precedenti suggerivano che i due enzimi bloccassero l'azione dei linfociti T, ma la ricerca di Bronte e colleghi ha dimostrato che ciò è vero solo in alcuni casi. Lo studio ha inoltre fatto luce sui meccanismi alla base di questo dialogo cellulare e molecolare, aprendo diversi fronti sui quali lavorare per potenziare le difese dell'organismo nella lotta contro il tumore.

Fonte: Cancer Cell

Per saperne di più

 

Top

Ultimo aggiornamento sabato 1 aprile 2017.

Redazione

Leggi anche

Guida terapie

guida terapie

Traguardi dei nostri ricercatori

I traguardi dei nostri ricercatori

Finanziamenti alla ricerca

bw-finanziamenti alla ricerca

5 X 1000 X AIRC

Cinque per 1000

Inserisci il codice fiscale di AIRC nello spazio destinato al 5X1000 della tua dichiarazione dei redditi e aiutaci a moltiplicare i risultati della ricerca.

Richiedi un sms promemoria con il codice fiscale!

 

Resta in contatto

TIENITI INFORMATO

UNA CORRETTA INFORMAZIONE È IL PRIMO PASSO
PER PREVENIRE IL CANCRO.

X
Come da informativa sulla privacy acconsento al trattamento dei miei dati
Iscriviti alla newsletter