Corrado Tedeschi, tumore al colon

"Reagire è importante" 

L'appello di Corrado Tedeschi: non farsi vincere dallo sconforto, ma reagire. Essere più forti dentro vuol dire combattere meglio questa battaglia.

Corrado Tedeschi tumore al colon

 

ATTENZIONE: Eventuali numeri di telefono presenti nel video non sono più attivi, in quanto riferiti ad una specifica campagna di raccolta fondi

Qualche anno fa ho avuto un cancro al colon retto. In quel periodo in teatro stavo portando in scena "L'uomo dal fiore in bocca" di Pirandello: è la storia di un uomo che sta morendo per una malattia incurabile.

Mi ero sempre detto che gli attori americani spesso esagerano perché sono disposti a modificare il proprio fisico per una parte, ad esempio ingrassando o dimagrendo molto. Anch'io ho esagerato: per entrare nella parte mi sono ammalato, anche se nel mio caso ha scelto la vita. È stato pazzesco e indescrivibile recitare tutte le sere la parte di un uomo che sta morendo, mentre io avevo il cancro. Quando il teatro e la vita diventano la stessa cosa.

Oggi ci sono molti strumenti per far sì che questa malattia sia più curabile, sono state trovate molte cure e sono stati fatti dei grandissimi progressi. Ma è sempre basilare la prevenzione, per non fare l'errore che stavo facendo io quando sottovalutai alcuni sintomi. Possono essere niente, ma nel dubbio è sempre bene rivolgersi al medico, per esempio per fare una colonscopia. E se vi venisse diagnosticato, non fatevi vincere dallo sconforto, reagite, essere più forti dentro vuol dire combattere meglio questa battaglia. 

Top

Resta in contatto