Tiziana Vaisitti

Nata a Torino nel 1979, si è laureata in biotecnologie industriali all’Università della sua città e nello stesso ateneo ha conseguito un dottorato di ricerca in radioimmunolocalizzazione dei tumori umani. Ha quindi trascorso diversi periodi in laboratori sia italiani che esteri: all’Università degli studi di Siena, al Feinstein Institute for Medical Research di Manhasset (NY, USA), all’Università di Cardiff. Dal 2014 al 2016 ha lavorato presso la Weill Cornell Medicine di New York. Oggi è di nuovo all’Università di Torino, dove affianca la ricerca all’attività didattica.

Progetti seguiti

Probing Richter's syndrome by multiple "omics" approaches to find its Achille's heel

Nome dell'istituzioneUniversità degli Studi di Torino
RegionePiemonte
Budget100.000 €
Tipo di progettoMFAG
Annualità2019 - 2024
Descrizione

Il progetto di ricerca è focalizzato sulla sindrome di Richter, ovvero la trasformazione della leucemia linfatica cronica in un linfoma aggressivo e per il quale, al momento, non sono disponibili terapie efficaci. Scopo dello studio è ottenere maggiori informazioni sulla genetica, la biologia e la patogenesi di questa malattia, sfruttando approcci avanzati e innovativi di biologia molecolare. In particolare lo studio punta a realizzare una sorta di carta d’identità della malattia e delle cellule tumorali, in modo da individuare e sfruttare i potenziali punti deboli per sviluppare terapie farmacologiche mirate che possano colpire efficacemente le cellule neoplastiche.