Letizia Lanzetti

Nata a Torino nel 1970, si è laureata in scienze biologiche all’Università degli studi della sua città. Dopo un tirocinio svolto nel Dipartimento di genetica medica a Torino, si è spostata a Milano, dove ha lavorato per sette anni presso l’Istituto europeo di oncologia. Durante questo periodo ha trascorso alcuni mesi in qualità di visiting scientist allo European Molecular Biology Laboratory (EMBL) di Heidelberg. Nel 2003 è tornata nella sua città di origine, dove oggi guida un gruppo di ricerca presso l’Istituto di Candiolo.

Progetti seguiti

Exploiting alterations of membrane trafficking proteins to tackle metabolic reprogramming in cancer

Nome dell'istituzioneIstituto di Candiolo - Fondazione del Piemonte per l'Oncologia (FPO) - I.R.C.C.S.
RegionePiemonte
Budget anno in corso102.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2019 - 2024
Descrizione

Le forme più aggressive di tumore della mammella sono caratterizzate da un aumentato apporto e consumo di nutrienti specifici. Questo incremento dell’attività metabolica garantisce loro una maggior capacità di crescere e resistere ai trattamenti terapeutici. Il progetto ha lo scopo di identificare e caratterizzare le molecole che contribuiscono a tale aumento del metabolismo. In particolare, lo studio si concentra su una famiglia di proteine, chiamate RabGAP, che regolano l’approvvigionamento e il consumo di nutrienti e che sono più abbondanti nei sottotipi a maggiore aggressività di tumore mammario. Il progetto punta a comprendere il funzionamento di tali proteine e se la loro aumentata espressione possa predire la sensibilità delle cellule tumorali in cui sono più presenti a farmaci metabolici.