Federica Facciotti

Nata a Milano nel 1979, si è laureata in biotecnologie all’Università di Milano-Bicocca. Si è poi trasferita a Basilea, dove è rimasta sei anni conseguendo un dottorato di ricerca in immunologia. Tornata a Milano, ha iniziato a lavorare all’Istituto nazionale di genetica molecolare (INGM). Dopo una breve parentesi negli Stati Uniti, alla Yale School of Medicine, si è trasferita all’Istituto europeo di oncologia (IEO), dove dirige il laboratorio di immunologia mucosale.

Progetti seguiti

Study on the role of the gut microbiota in the shaping of iNKT cells cytotoxic functions during CRC progression

Nome dell'istituzioneIstituto Europeo di Oncologia I.R.C.C.S. S.r.l.
RegioneLombardia
Budget anno in corso110.000 €
Tipo di progettoIG
Annualità2019 - 2024
Descrizione

Scopo del progetto è comprendere il rapporto tra il microbiota intestinale e la risposta immunitaria contro il tumore del colon. Lo studio nasce da informazioni acquisite durante un precedente studio sostenuto da AIRC: i linfociti T detti natural killer (NKT), a seconda dell’ambiente in cui si trovano, sono in grado di uccidere le cellule tumorali o di aiutarle a crescere. La flora intestinale ha un ruolo fondamentale nell’indirizzare i linfociti NKT a contrastare oppure favorire il tumore. Il progetto punta a comprendere i meccanismi attraverso cui i batteri intestinali condizionano il comportamento dei linfociti NKT. Una volta acquisite queste conoscenze, si cercherà di verificare se sia possibile mettere in atto interventi (per esempio l’utilizzo di probiotici, prebiotici o accorgimenti alimentari) che possano portare a una riattivazione o al potenziamento dell’attività anticancro di questa popolazione di cellule immunitarie.