Diagnosi precoce e analisi rischio tumorale 5 per mille

Nel 2011 sono stati selezionati i quattro programmi relativi al secondo bando 5 per mille: diagnosi precoce e analisi del rischio di sviluppare un tumore. Le progettualità si focalizzano su studi che in cinque anni forniranno nuovi strumenti diagnostici e prognostici.

 

Anche tutte le progettualità avviate all'interno di questo programma sono state poste al vaglio degli esperti internazionali, che ne hanno confermato la validità e hanno caldamente raccomandato la prosecuzione del finanziamento per gli ulteriori due anni previsti.

 

Nanotecnologie avanzate per lo sviluppo di dispositivi diagnostici innovativi

Giuseppe Toffoli 5 per milleGiuseppe Toffoli coordinerà un team di 114 ricercatori impegnato nell'applicazione delle nanotecnologie alla diagnosi dei tumori. Uno dei primi obiettivi del programma è, infatti, lo sviluppo di nuovi dispositivi che permettano di identificare in modo agevolel'andamento dei marcatori tumorali.

Questi marcatori includerebbero sia quelli classici come PSA (Antigene specifico prostatico) o CEA (Antigene Carcinoembrionale) sia quelli più recentemente scoperti come le cellule tumorali circolanti, presenti in concentrazioni molto basse e individuabili partendo da campioni anche piccolissimi di sangue. Oltre alla diagnosi, il progetto coordinato da Toffoli guarda anche alla terapia: grazie a queste nuove tecnologie si vuole infatti mettere a punto un sistema per tenere sotto controllo in modo semplice e innovativo la concentrazione dei farmaci nel sangue dei pazienti.

L'obiettivo è seguire in tempo reale i possibili effetti collaterali di una cura, sia essa classica (chemioterapia) sia mirata (con anticorpi monoclonali e altri farmaci biologici).

Strumenti innovativi per la diagnosi precoce e la valutazione del rischio nel carcinoma del pancreas

Aldo Scarpa 5 per milleIl programma coordinato da Aldo Scarpa coinvolge 120 ricercatori e ha come obiettivo primario la ricerca dei marcatori che permettano di fare una diagnosi precoce del tumore del pancreas, uno dei più difficili da curare. Non ci si fermerà all'analisi delle molecole prodotte dalle cellule tumorali, ma si andrà a cercare anche nel microambiente che circonda il tumore e all'interno della risposta immunitaria al tumore.

Il secondo obiettivo del programma consiste nell'identificare e valutare nuove strategie di screening, da effettuare sulla popolazione a rischio di tumore al pancreas: una sfida che ancora oggi è aperta poiché le attuali conoscenze non permettono di stabilire chi è realmente a rischio.

Cambiamenti nel microambiente che circonda il tumore come strumento di diagnosi precoce e per identificare i casi a rischio più elevato

Gabriella Sozzi 5x1000L'obiettivo principale del programma, coordinato da Gabriella Sozzi (a cui Marco Pierotti ha passato il testimone nel 2014), è lo studio del microambiente e la ricerca delle caratteristiche molecolari e genetiche che possono essere utili per diagnosticare un tumore nelle sue fasi più precoci.

Una task force di 75 scienziati studia le influenze reciproche tra tumore e ambiente circostante, per capire meglio come i cambiamenti nelle cellule più vicine al cancro influenzino l'inizio e la progressione della malattia.

Da qui si potranno selezionare molecole da utilizzare come marcatori per la diagnosi precoce o per capire se e come la malattia andrà avanti.

Screening di ipercoagulazione come strumento innovativo per la valutazione del rischio, la diagnosi e la prognosi del tumore

Anna Falanga 5 per milleIl programma coordinato da Anna Falanga punta a comprendere i meccanismi che legano il tumore e la coagulazione del sangue, per arrivare alla diagnosi precoce del cancro e per scoprire in anticipo quale sarà il decorso della malattia.

I ricercatori cercheranno di capire se i parametri dell'ipercoagulazione possano servire come marcatori che indicano lo sviluppo o la presenza del cancro e se sia possibile ottenere informazione sulla prognosi, basate su questi parametri.

Per raggiungere questi obiettivi i 30 ricercatori coinvolti nel progetto studieranno un campione molto ampio di pazienti sani, reclutati trai i donatori di sangue seguiti nel tempo, mentre per quanto riguarda gli aspetti del programma che riguardano la prognosi, verranno coinvolte persone già colpite dal cancro.

 

5 per mille per AIRC

Top

Ultimo aggiornamento martedì 26 gennaio 2016.

Su questo tema

Leggi anche

Traguardi dei nostri ricercatori

I traguardi dei nostri ricercatori

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Chi siamo

Chi siamo

Partire per tornare:
la nostra strada verso nuove cure

in-viaggio-con-la-ricerca-logo

Scopri il programma di donazione continuativa che permette ai nostri ricercatori di rientrare in Italia e sviluppare le cure più innovative.

Aderisci subito: scegli quando e quanto donare!

5 X 1000 X AIRC

Cinque per 1000

Inserisci il codice fiscale di AIRC nello spazio destinato al 5X1000 della tua dichiarazione dei redditi e aiutaci a moltiplicare i risultati della ricerca.

Richiedi un sms promemoria con il codice fiscale!

Resta in contatto