Oltre 104 milioni di euro da AIRC e FIRC per la ricerca sul cancro

5.000 ricercatori, 614 fra programmi e progetti, e 91 borsedi formazione e specializzazione per i giovani talenti della scienza italiana: sono i numeri deliberati da AIRC e FIRC per 2016.

 

 

L'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro e la sua Fondazione hanno deliberato per il 2016 oltre 104 milioni di euro di finanziamento a 614 programmi e progetti di ricerca e 91 borse di studio, che nell'insieme vedono coinvolti circa 5.000 ricercatori in laboratori di università, ospedali e istituzioni di ricerca in tutta Italia. Numeri che confermano AIRC e FIRC come primo polo privato di finanziamento delle ricerca sul cancro nel nostro Paese. Un risultato straordinario, frutto della fiducia di 4,5 milioni di sostenitori.

Una parte rilevante dei fondi deliberati è destinata a percorsi di formazione e specializzazione per ricercatori sotto i quaranta anni che rappresentano ben il 40% di tutti i ricercatori finanziati da AIRC e FIRC. Un impegno importante che favorisce il rientro dall'estero di molti giovani di talento.

Non solo progetti per nuove generazioni. AIRC e FIRC garantiscono continuità al lavoro dei migliori gruppi di ricerca italiani attraverso il finanziamento di 524 Investigator Grant (IG). I proventi del 5 per mille hanno inoltre portato nuove risorse ai 14 programmi di ampio respiro che vedono all'opera il meglio della ricerca oncologica italiana. Un altro importante investimento è rappresentato dai 12 milioni di euro destinati a IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare di Milano), centro internazionale di eccellenza.

Rigore, competenza, indipendenza intellettuale e assenza di ogni conflitto di interesse sono le linee guida del processo di Peer Review di AIRC e FIRC: per la selezione dei progetti meritevoli di finanziamento sono stati coinvolti circa 600 revisori stranieri ai quali si sono affiancati uno o più membri del Comitato Tecnico Scientifico.

Con questo importante investimento AIRC e FIRC proseguono nel loro impegno di sostenere la ricerca oncologica del futuro. La strada imboccata con la rivoluzione genomica è quella giusta e già si intravedono alcuni traguardi negli ambiti della genetica personalizzata, della epigenetica, dei farmaci molecolari e della riscoperta di vecchi farmaci da riportare a nuova vita come efficaci antitumorali.

Top

Partire per tornare:
la nostra strada verso nuove cure

in-viaggio-con-la-ricerca-logo

Scopri il programma di donazione continuativa che permette ai nostri ricercatori di rientrare in Italia e sviluppare le cure più innovative.

Aderisci subito: scegli quando e quanto donare!

Resta in contatto

TIENITI INFORMATO

UNA CORRETTA INFORMAZIONE È IL PRIMO PASSO
PER PREVENIRE IL CANCRO.

X
Come da informativa sulla privacy acconsento al trattamento dei miei dati
Iscriviti alla newsletter