Se il gene è mutato la terapia non funziona

Dai laboratori dell'Ospedale Niguarda di Milano arriva una scoperta che ci aiuta a capire come mai alcuni tumori del colon non rispondono alle terapie

I continui progressi della medicina e della biologia molecolare hanno permesso a medici e ricercatori di mettere a punto nuove terapie per il trattamento dei tumori basate su farmaci «intelligenti», cioè capaci di mirare e colpire con precisione un bersaglio senza danneggiare ciò che sta attorno.

Si tratta, per esempio, di anticorpi monoclonali, utilizzati oggi per curare molti tipi di cancro tra i quali anche quello del colon-retto. In particolare due di questi anticorpi (panitumumab e cetuximab) hanno dimostrato una certa efficacia nella lotta contro il tumore del colon metastatico. Non però in tutti i casi.

Andrea Sartore-Bianchi e colleghi hanno studiato i meccanismi alla base della risposta del tumore del colon-retto al trattamento e hanno chiarito, almeno in parte, perché alcuni di questi tumori sono immuni all'attacco di questi nuovi farmaci. Il bersaglio dei due anticorpi è una proteina chiamata EGFR che determina la crescita della massa tumorale innescando una serie di complessi meccanismi di comunicazione tra le molecole presenti nella cellula.

Nel loro studio, sostenuto anche dai contributi AIRC e di recente pubblicato sulla rivista Cancer Research, i ricercatori milanesi hanno analizzato oltre 100 casi di tumore metastatico del colon retto in persone trattate con gli anticorpi diretti contro la proteina EGFR e hanno osservato che in un caso su 7 il gene PIK3CA era mutato.

Dall'analisi dei dati è emerso che quando queste mutazioni sono presenti è probabile che il trattamento non vada a buon fine e che la malattia abbia un decorso negativo.

Lo studio di Sartore-Bianchi e colleghi si dimostra dunque utile per identificare le persone con tumore del colon-retto metastatico più adatte a ricevere la terapia basata sugli anticorpi monoclonali.

Ricerca pubblicata su:
Cancer Research

Titolo originale:
PIK3CA mutations in colorectal cancer are associated with clinical resistance to EGFR-targeted monoclonal antibodies

Data Pubblicazione:
03/2009

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto