Danni agli oncogeni predispongono al tumore

La velocità eccessiva durante la divisione cellulare potrebbe essere all'origine di rotture nella molecola di DNA, e questi danni rappresenterebbero un evento chiave per l'insorgenza dei tumori.

Raffaella Di Micco e Marzia Fumagalli, due ricercatrici dell'IFOM di Milano, hanno scoperto, insieme a Fabrizio d'Adda di Fagagna e a ricercatori del Centro di riferimento oncologico di Aviano, dell'IEO di Milano e dell'Institut Pasteur di Parigi, perché gli oncogeni con la loro attività possono causare il cancro. È infatti noto da tempo che gli oncogeni, quando sono danneggiati, possono predisporre all'insorgenza dei tumori. Il termine "oncogene" significa proprio "gene che causa il cancro". Quello che non era del tutto noto era il meccanismo attraverso il quale ciò avviene.

I risultati della ricerca condotta all'IFOM, grazie anche al contributo finanziario dell'AIRC, hanno mostrato come gli oncogeni accelerano in modo eccessivo la divisione di una cellula madre in due cellule figlie. Una scoperta molto importante, tanto che ha meritato la pubblicazione sulla prestigiosa rivista Nature.

Quando una cellula si divide, il DNA in esso contenuto deve prima replicarsi (cioè raddoppiare) e poi dividersi in due, per garantire che la quantità di informazioni che passano dalla cellula madre alle due cellule figlie sia uguale.
Quando gli oncogeni sono attivi, questo processo subisce una brusca accelerazione che causa la rottura del DNA, cioè della molecola che contiene tutta l'informazione necessaria per la vita.
In pratica, se si paragona la cellula a un'automobile, il DNA ne rappresenta il motore e quando un oncogene attivo si mette alla guida della macchina-cellula, lancia la vettura a folle velocità fino a quando il motore fonde e la macchina è irreversibilmente danneggiata.

La scoperta, spiegano i ricercatori, ha conseguenze interessanti per la diagnosi dei tumori perché permette di conoscere gli eventi precoci che scatenano la nascita e lo sviluppo di una massa di tessuto maligna. In pratica, e proseguendo nella metafora, con questo meccanismo gli scienziati hanno individuato il "rumore sospetto" che fa portare la macchina dal meccanico.

Ricerca pubblicata su:
Nature

Titolo originale:
Oncogene-induced senescence is a DNA damage response triggered by DNA hyper-replication

Data Pubblicazione:
11/2006

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto