IL NOTIZIARIO DELLA RICERCA

RAI per AIRC

RAI per AIRC: termina oggi la maratona RAI a favore di AIRC

lunedì 02 novembre

iniziative_rai

 

Da lunedì 2 a domenica 8 novembre si rinnova la storica collaborazione tra RAI e AIRC che, ancora una volta, uniscono le loro forze per sostenere, con le donazioni del pubblico, i nuovi talenti della scienza del nostro Paese e per presentare i risultati ottenuti per la cura del cancro, attraverso la voce e i volti dei ricercatori e di coloro che - con la loro esperienza - possono testimoniare l'efficacia delle terapie.

Domenica 1, in anteprima, a DOMENICA IN, Paola Perego e Salvo Sottile presentano al pubblico RAI i tre volti della campagna: Anna Chiara, ricercatrice napoletana, in rappresentanza di tutti i ricercatori - e in particolare dei tanti under 40 - che ogni giorno, nei laboratori italiani, lavorano per trovare cure più efficaci e diagnosi più precise. Accanto a lei Cristian, testimone dei risultati della ricerca: colpito da un cancro all'età di 8 anni, oggi è completamente guarito. Infine Chiara, una dei 20mila volontari AIRC che mette a disposizione tempo e passione per dare il suo personale contributo alla ricerca.

Lunedì 2, UNOMATTINA dà il via ufficiale alla campagna di informazione e raccolta fondi a cominciare da IL CAFFÈ DI RAIUNO che per l'intera settimana offre ai suoi telespettatori uno spazio di approfondimento targato AIRC. Anna Bagnato dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma ripercorre insieme ai conduttori - nel corso dei cinque appuntamenti mattutini - la storia della ricerca sul cancro.

UNOMATTINA, ogni giorno intorno alle 7.35, dedica uno spazio di approfondimento ai successi e alle sfide della ricerca oncologica nel nostro paese.

A LA PROVA DEL CUOCO Antonella Clerici, madrina della campagna, apre la sua cucina a Andy Luotto, attore, chef e sostenitore di AIRC, che per tutta la settimana sarà il giudice della sfida "Chi batterà gli Chef".

Da lunedì a venerdì, LA VITA IN DIRETTA dà spazio alle storie di chi ha avuto un'esperienza di malattia e oggi può dire "Io, grazie alla ricerca, ce l'ho fatta!".

Ogni sera, da lunedì a domenica, Fabrizio Frizzi a L'EREDITA' ricorda l'importanza di partecipare da protagonisti ai progressi della ricerca, coinvolgendo il pubblico a donare e richiamando, in alcune domande del gioco, le tappe fondamentali della lotta ai tumori. Gran finale, DOMENICA 8 NOVEMBRE CON UNA PUNTATA SPECIALE INTERAMENTE DEDICATA AD AIRC.

Carlo Conti, ambasciatore di AIRC nelle case degli italiani attraverso la radio e la televisione, prosegue poi il suo personale impegno nel programma record di ascolti TALE E QUALE SHOW, in onda venerdì 6 novembre in prima serata.

Nel corso della settimana sono molte le trasmissioni che si passano il testimone di rete in rete per mettere in luce l'importanza del lavoro dei ricercatori e il valore di un sostegno alla ricerca continuativo e meritocratico come quello che AIRC garantisce da cinquant'anni.

Su RAI TRE, in particolare, si segnala la presenza a GEO lunedì 2 di Ruggero De Maria, Direttore Scientifico dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma per un focus sui progressi nella diagnosi e nella cura dei tumori e sulle prospettive future della ricerca. Ospite di Sveva Sagramola, con lui, anche Margherita Grambassi, campionessa di scherma e sostenitrice di AIRC sin da piccola.

Per tutta la settimana ELISIR, lo storico programma di salute e benessere, condotto da Michele Mirabella con Virginie Vassart, dedica alla prevenzione e alla cura dei tumori ampi spazi.

Anche il programma di medicina di RAI UNO, BUONGIORNO BENESSERE, sabato 7 dedica una puntata ad AIRC. Ospiti di Vira Carbone sono Alessandra Fabi dell'Istituto Nazionale Tumori Regina Elena e la truccatrice Valentina Zatti, per presentare il progetto "Insieme più belle", dedicato alle donne che desiderano contrastare gli eventuali effetti collaterali, estetici, causati dai farmaci oncologici.

Sempre sabato 7, a TI LASCIO UNA CANZONE in prima serata, Antonella Clerici, la giuria e gli ospiti del programma ricordano che proprio dall'investimento nella ricerca di oggi dipendono le prospettive di cura di domani e che solo con il coinvolgimento di tutti sarà possibile, un giorno, dire finalmente che il cancro non ci fa più paura.

Domenica 8 novembre dalle 6:30 alle 24:00 la staffetta RAI raggiunge il suo massimo momento di comunicazione e di coinvolgimento partendo con UNO MATTINA IN FAMIGLIA.

Tante le trasmissioni della domenica coinvolte nella maratona, come MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA, QUELLI CHE IL CALCIO, L'ARENA, DOMENICA IN fino alla puntata speciale dell'EREDITÀ e allo SPECIALE ELISIR.

Il momento conclusivo della campagna "RAI per AIRC" è il tradizionale appuntamento con Michele Mirabella e con il suo SPECIALE ELISIR, in diretta in prima serata dalle 21:45 su RAI TRE, interamente dedicato all'approfondimento delle più importanti novità nel campo della ricerca e della cura del cancro.

Per tutta la settimana anche RADIO1, RADIO2, RADIO3, ISORADIO, insieme ai GR RAI danno voce ai protagonisti della ricerca, con interviste e approfondimenti, nelle principali trasmissioni.

Anche le testate giornalistiche televisive danno un importante contributo informativo. TG1, TG2, TG3 e RAINEWS ricordano i principali appuntamenti e raccontano i successi scientifici più recenti. I TGR, con tutte le redazioni regionali, danno voce alle eccellenze dell'oncologia italiana attraverso le storie e i successi di ricercatori finanziati da AIRC sul territorio.

A RaiSport il compito di coinvolgere il pubblico dei tifosi attraverso l'iniziativa "Un Gol per la Ricerca" sui campi della Serie A, sabato 7 e domenica 8.

La Direzione Comunicazione e Relazioni Esterne ha realizzato uno spot televisivo per invitare il pubblico a seguire la maratona e a sostenere la ricerca sul cancro. Mentre Carlo Conti ha inciso lo spot radiofonico per invitare il pubblico di RadioRai a seguire i principali appuntamenti dedicati ad AIRC.

Queste le principali trasmissioni di approfondimento e di intrattenimento, culturali e sportive, per raccontare le sfide e i progressi della ricerca in questi cinquant'anni di storia, la passione e il coraggio dei ricercatori, la gioia di chi ha superato la malattia e la speranza di chi ancora combatte per lasciarla alle proprie spalle. Un palinsesto intenso per poter dire, tutti insieme "CON AIRC, CONTRO IL CANCRO, IO CI SONO".


Come Aiutarci

Scopri di più »