Linfonodo

Chiamati anche ghiandole linfatiche, i linfonodi sono piccoli organi tondeggianti o a forma di fagiolo situati lungo le vie linfatiche. Sono circondati da una capsula fibrosa e contengono cellule del sistema immunitario chiamate linfociti e macrofagi. Come filtri intercalati lungo il corso della circolazione linfatica, funzionano da stazioni di controllo nei confronti dei microrganismi patogeni, ma anche delle cellule tumorali in circolo. In risposta a una di queste minacce, si attiva la moltiplicazione dei linfociti, che iniziano quindi a circolare per attuare la risposta immunitaria. Un ingrossamento dei linfonodi può essere indice di diverse patologie: infezioni, tumori, malattie immunitarie, endocrine o di altra natura. Nel caso particolare dei tumori, cellule neoplastiche che si staccano dalla massa primaria possono accumularsi a livello dei linfonodi, da cui eventualmente possono migrare e dare metastasi. Per questo, in alcuni tumori, le decisioni sul tipo di strategia terapeutica da seguire dipendono anche dall'eventuale interessamento dei linfonodi che raccolgono il liquido linfatico proveniente dalla zona colpita. A questo scopo si esamina il linfonodo sentinella, cioè quello che si trova al primo posto lungo la catena, il primo a essere raggiunto da eventuali cellule neoplastiche provenienti dal tumore: se questo è indenne, il chirurgo può decidere di non asportare gli altri.

Stampa
Top