Giornata mondiale senza tabacco

L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che, ogni anno in tutto il mondo, il consumo di tabacco uccida quasi 6 milioni di persone.

Nel nostro Paese ci sono 10,3 milioni di fumatori (6,2 mln uomini e 4,1 mln donne) e ogni anno si registrano 41mila casi di tumore al polmone e 32mila decessi. Numeri che fanno del tumore al polmone la prima causa di morte per cancro in Italia.

 

 

Secondo i dati Istat, nel nostro Paese, gli uomini che fumano di più sono i giovani adulti di età compresa tra i 25 e i 34 anni con una percentuale del 26,4%; per le donne la fascia con maggiori fumatrici è quella giovane, dai 20 ai 24 anni con una percentuale del 20,5%. Il tabagismo è un fenomeno sempre più diffuso anche tra gli studenti delle scuole superiori. Una ricerca recente ha evidenziato che il 23,4% degli studenti intervistati fuma sigarette, un dato in crescita rispetto al 20,7% del 2010. Un altro dato allarmante è l'aumento del 2,7% dei tumori al polmone fra le donne, legato al fumo.

 

 

Nel 2016, abbiamo investito circa 3 milioni di euro per finanziare 28 progetti di ricerca sul cancro al polmone. I ricercatori AIRC si stanno muovendo in tre ambiti principali: studio di nuovi strumenti di diagnosi precoce, individuazione delle caratteristiche molecolari dei vari tipi di tumori e sperimentazione di terapie mirate.

 

SOSTIENI IL LAVORO DEI NOSTRI RICERCATORI:

 

sdfsdf 

Ugo Pastorino - Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori

Top

Ultimo aggiornamento mercoledì 25 maggio 2016.

Leggi anche

Il fumo

Il fumo

Bomboniere solidali

bomboniere solidali

5x1000

5per1000bottom

Resta in contatto

TIENITI INFORMATO

UNA CORRETTA INFORMAZIONE È IL PRIMO PASSO
PER PREVENIRE IL CANCRO.

X
Come da informativa sulla privacy acconsento al trattamento dei miei dati
Iscriviti alla newsletter