Il valore dell’integrità nella ricerca

Il valore dell’integrità nella ricerca

Recentemente la Procura di Milano ha inviato al Giudice delle indagini preliminari la richiesta di archiviazione di un’indagine a carico di 9 ricercatori, accusati di avere manipolato immagini contenute in loro pubblicazioni scientifiche allo scopo di sostenere la tesi scientifica contenuta nelle pubblicazioni stesse e le richieste di finanziamento in cui tali pubblicazioni erano elencate. La motivazione della richiesta di archiviazione è che il fatto non costituisce reato, anche se sussiste, ad opinione dei consulenti della Procura, l’evidenza di manipolazione di alcune immagini contenute in alcune pubblicazioni oggetto di indagine.

AIRC intende precisare quanto segue:

  1. AIRC ha richiesto ai ricercatori interessati a) come abbiano ottemperato alla policy sull’integrità della ricerca scientifica (European Code of Conduct for Research Integrity), sottoscritta da tutti i ricercatori AIRC con progetti in corso, b) se internamente all’Istituzione in cui operano o operavano all’epoca dei fatti contestati siano state condotte eventuali indagini e accertamenti per comprovare o smentire le accuse e quali ne siano stati sviluppi ed esiti e c) quali siano le contro-deduzioni dei ricercatori stessi riguardo alle conclusioni sostenute da consulenti della Procura di Milano in riferimento alle pubblicazioni oggetto di indagine.
  2. Ogni progetto candidato al finanziamento viene valutato secondo il metodo internazionale di Peer Review, da un gruppo di oltre 600 revisori internazionali e dai membri del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) AIRC, costituito da ricercatori italiani di alto profilo che hanno un incarico di durata limitata. Nel caso degli Investigator Grant AIRC ogni progetto viene assegnato ad almeno due revisori internazionali e a un membro del CTS e viene successivamente discusso in riunione plenaria; gli Start-up Grant, i My First AIRC Grant e i progetti multi-unità sono valutati da apposite commissioni costituite interamente da revisori internazionali. I revisori sono assegnati a ciascun progetto per competenza nella specifica materia e in assenza di conflitto di interesse (qui il regolamento sul conflitto di interesse). Ciascun revisore redige un commento scritto e assegna un punteggio in una scala da 1 (progetto di altissimo livello internazionale, priorità massima) a 5 (scientificamente inadeguato). In base alla somma o alla media dei punteggi assegnati dai revisori, emerge una graduatoria di merito. Solo i progetti che ottengono valutazioni molto positive da tutti i revisori sono proposti per il finanziamento. I progetti finanziati sono sottoposti da AIRC a valutazioni sia in itinere sia alla loro conclusione.
  3. La Commissione Consultiva per la Ricerca è organo meramente consultivo che svolge un ruolo di Advisory Board e non ha alcun ruolo nella valutazione né nella selezione dei progetti di ricerca finanziati da AIRC.
  4. I punti 2) e 3) nonché la policy sulla integrità della ricerca scientifica seguita da AIRC sono pubblici in quanto pubblicati sul sito di AIRC e sul bilancio sociale, anch’esso online, e dunque facilmente accessibili a chiunque intenda prenderne visione.
  • Autori:

    Redazione

  • Data di pubblicazione:

    9 luglio 2019