Un legame tra infiammazione e cancro

Nei laboratori di due istituti milanesi è stato identificata una molecola fondamentale per lo sviluppo dei tumori legati all'infiammazione cronica

È una proteina con una sigla complessa, la HMGB1, che dà il via all'infiammazione nei casi in cui questa è coinvolta nella comparsa di un tumore della pelle. Lo hanno dimostrano i ricercatori dell'Istituto europeo di oncologia e del San Raffaele di Milano in uno studio coordinato da Maria Rescigno e da Marco Bianchi, recentemente pubblicato sulla rivista EMBO Journal.

"Questi risultati, assieme a quelli che si possono leggere su PNAS in un altro articolo al quale anche il nostro gruppo ha contribuito, dimostrano in maniera inequivocabile il legame tra HMGB1 e i tumori associati a una infiammazione cronica" afferma Marco Bianchi, vice direttore della Divisione di genetica e biologia cellulare dell'Istituto San Raffaele.

La proteina HMGB1 è una vecchia conoscenza per gli oncologi molecolari dal momento che è presente in quantità elevate in molti tipi di tumore come quello del polmone, del colon-retto, del seno, del fegato e nel melanoma e viene rilasciata dalle cellule danneggiate e dalle cellule infiammatorie.

Studi precedenti fanno inoltre pensare che il legame tra HMGB1 e un'altra proteina chiamata TLR4 sia direttamente coinvolto nello sviluppo dell'infiammazione e del tumore della pelle. Ed è così: la prima proteina, prodotta dai cheratinociti (le cellule della pelle) danneggiati, agisce come un richiamo nei confronti delle cellule dell'infiammazione che a loro volta producono la seconda, in grado di mantenere nel tempo l'infiammazione stessa.

"Ora proveremo a intervenire su questi tumori con farmaci che bloccano il processo che abbiamo appena scoperto" conclude Maria Rescigno.

Ricerca pubblicata su:
EMBO J.

Titolo originale:
TLR4-mediated skin carcinogenesis is dependent on immune and radioresistant cells

Data Pubblicazione:
07/2010

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto