Scoperto un kit di riparazione per il DNA

La ricerca ci ha insegnato da tempo che esistono geni chiamati oncogeni in grado di promuovere la comparsa dei tumori. Oggi i risultati di un importante studio dimostrano che esiste un gene in grado di bloccare l'azione degli oncogeni.

Un gruppo di ricercatori italiani del Campus IFOM-IEO di Milano coordinati da Bruno Amati hanno identificato un gene oncosoppressore, Tip-60, in grado di bloccare l'azione degli oncogeni. In pratica, spiegano i ricercatori, Tip-60 funziona come un kit di riparazione per il DNA: gli oncogeni "rompono" e Tip-60 "aggiusta". Questa importante scoperta, frutto anche dei finanziamenti dell'AIRC, è stata fatta utilizzando modelli sperimentali animali, ma i ricercatori dell'istituto milanese in collaborazione con colleghi inglesi hanno dimostrato che anche nei tumori dell'uomo il gene Tip-60 ha la stessa funzione. Infatti nei tumori umani la quantità di proteina prodotta dal gene Tip-60 è inferiore rispetto a quella presente negli organi sani. Inoltre i ricercatori del Campus milanese hanno dimostrato che, per il tumore al seno, esiste una relazione ben precisa tra la quantità di proteina presente e la gravità della malattia: meno proteina c'è, più grave è la malattia. I risvolti pratici sono evidenti: Tip-60 potrà rappresentare non solo un bersaglio per nuove cure che abbiano lo scopo di proteggere la funzione di questo gene riparatore, ma anche un indicatore per prevedere e intervenire tempestivamente sulla progressione della malattia.

Ricerca pubblicata su:
Nature

Titolo originale:
Tip60 is a haplo-insufficient tumour suppressor required for an oncogene-induced DNA damage response

Data Pubblicazione:
08/2007

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto