Prevenzione OK se la proteina è in forma!

P53 è una proteina che svolge il compito fondamentale di verificare che, durante la divisione delle cellule tutto proceda bene. Quando qualcosa non va per il verso giusto, per esempio perché il DNA della cellula è danneggiato, il suo compito è quello di bloccare la divisione cellulare per consentire che il danno sia riparato.

P53 è quindi una proteina con funzione di oncosoppressore (ovvero una proteina che previene la formazione dei tumori), infatti in più della metà dei casi le cellule tumorali hanno il gene che produce p53 in forma danneggiata (mutata).

Per funzionare correttamente, p53 deve "presentarsi" in una forma adeguata, ovvero deve deve subire delle particolari modificazioni nel passaggio dal DNA alla proteina finita (quelle che si chiamano in gergo "modifiche post-traduzionali").

È come se, per funzionare, p53 dovesse essere vestita di tutto punto: i "vestiti" che deve indossare si chiamano gruppi acetile e gruppi fosforile. Queste piccole molecole ricoprono p53 e ne stabilizzano la forma, permettendole di funzionare al meglio.

Un gruppo di ricercatori italiani, guidati da Giannino del Sal, del Consorzio interuniversitario biotecnologie (CIB) di Trieste, ha scoperto uno dei vestiti che p53 deve indossare o, meglio, ha scoperto il sarto che cuce il vestito addosso alla proteina oncosoppressore. Il sarto si chiama Pin1 e la sua scoperta è stata resa possibile anche grazie ai contributi dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Questa scoperta mette a disposizione dei ricercatori un nuovo pezzo del puzzle che permetterà di capire sempre meglio come funziona una proteina importante come p53. In tal modo si potrà intervenire e correggere eventuali errori a danno di questa molecola chiave nel processo di formazione dei tumori.

Ricerca pubblicata su:
Nature Structural & Molecular Biology

Titolo originale:
The prolyl isomerase Pin1 orchestrates p53 acetylation and dissociation from the apoptosis inhibitor iASPP

Data Pubblicazione:
12/2007

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto