Prevenire il cancro del seno regolando il metabolismo

Uno studio di farmacoprevenzione svela il legame tra rischio aumentato e sovrappeso

Si può ridurre il proprio rischio di tumore del seno agendo sul metabolismo e in particolare combattendo la cosiddetta "sindrome metabolica", una malattia sempre più diffusa nel mondo occidentale che combina sovrappeso, pressione, glicemia o colesterolo elevato.

Su questa strada si è mosso un gruppo di ricercatori italiani coordinati da Andrea Decensi che ha recentemente chiarito quali sono gli effetti sul metabolismo di due sostanze note per la loro potenziale capacità di ridurre il rischio di tumore del seno: il tamoxifene e la fenretinide.

Il primo è un farmaco utilizzato per la terapia di molti tumori e approvato per i trattamenti mirati a ottenere la diminuzione del rischio di cancro mammario. La seconda è invece un derivato della vitamina A in grado di abbassare il rischio di un ritorno della malattia in donne non ancora in menopausa.

Chi soffre di sindrome metabolica regola male i livelli di di insulina nel sangue, l'ormone che consente di consumare gli zuccheri. L'innalzamento di questi livelli provoca il rilascio di altri ormoni e fattori di crescita che a loro volta fanno aumentare il rischio di tumore del seno.

Ecco quindi chiarito (almeno in parte) il legame tra questa sindrome e il cancro della mammella, confermato anche da studi che indicano come il rischio di riammalarsi dopo un primo episodio di tumore sia cinque volte più alto in donne che soffrono di sindrome metabolica.

Nella ricerca di Decensi, condotta anche grazie ai finanziamenti AIRC, su 235 donne ad alto rischio di cancro al seno, è stato dimostrato che la fenretinide agisce in maniera positiva sulla regolazione del metabolismo nelle donne obese e che ciò potrebbe contribuire a un abbassamento del rischio di tumore. Al contrario, dai risultati emerge che il tamoxifene, anche a basse dosi, peggiora la sensibilità all'insulina nelle donne obese: oltre agli effetti collaterali già noti, si aggiunge quindi un'ulteriore ragione per valutarne con attenzione l'uso a scopo preventivo in queste pazienti.

Ricerca pubblicata su:
Cancer Research

Titolo originale:
Effect of fenretinide and low-dose tamoxifen on insulin sensitivity in premenopausal women at high risk for breast cancer

Data Pubblicazione:
11/2008

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto