Un nuovo bersaglio per il mieloma multiplo

Una ricerca internazionale ha individuato una nuova possibile via per contrastare il mieloma multiplo e i suoi effetti negativi sulle ossa

Bloccare l'attività di DKK1, una proteina prodotta dalle cellule del mieloma multiplo, permette di limitare i danni ossei causati dal tumore e fermare la diffusione della malattia. È quanto emerge dai risultati di uno studio sperimentale internazionale al quale hanno preso parte anche gli italiani Mariateresa Fulciniti e Pierfrancesco Tassone, dell'Università Magna Graecia di Catanzaro, con il sostegno di AIRC.

Per comprendere al meglio l'importanza della ricerca, bisogna ricordare che il mieloma multiplo è un tumore che colpisce le plasmacellule, particolari cellule che si trovano soprattutto nel midollo osseo e che sono fondamentali per la produzione degli anticorpi che ci aiutano a combattere le infezioni. Inoltre, le cellule tumorali producono una sostanza in grado di indebolire la struttura delle ossa e, per questo motivo, uno dei sintomi della malattia è il dolore osseo, soprattutto a livello di schiena, anca e cranio.

Dal momento che la proteina DKK1 inibisce l'attività degli osteoblasti, cioè delle cellule che "costruiscono" la matrice delle ossa, gli autori della ricerca hanno voluto studiare quale fosse l'effetto del blocco di tale proteina. Utilizzando uno specifico anticorpo hanno verificato che il trattamento porta a un aumento del numero degli osteoblasti, del livello di osteocalcina e ad altri segni che fanno pensare a un osso "in buona salute".

In alcuni modelli sperimentali, dopo il trattamento con l'anticorpo, i ricercatori hanno anche osservato un blocco della crescita delle cellule del mieloma multiplo.
Per il momento si tratta di osservazioni effettuate sui banconi del laboratorio, ma, come affermano gli autori della ricerca, i risultati fanno pensare che DKK1 sia un bersaglio promettente per nuove terapie contro il mieloma, magari basate sull'anticorpo già sperimentato che migliora i sintomi ossei e inibisce la crescita del tumore.

Ricerca pubblicata su:
NCBI

Titolo originale:
Anti-DKK1 mAb (BHQ880) as a potential therapeutic agent for multiple myeloma

Data Pubblicazione:
06/2009

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto