Mettere a tacere le METastasi

Mettere a tacere le METastasi

Esiste un gene, chiamato MET, che svolge un ruolo fondamentale processo di formazione e di progressione dei tumori. Oggi, lo stesso gruppo di ricercatori che ha contributo alla scoperta di questo gene, compie un nuovo passo avanti nella comprensione di come i tumori si sviluppino e progrediscano fino a formare nuovi tumori (metastasi).

Da molti decenni l'attività di ricerca nel laboratorio di Paolo Comoglio, direttore scientifico dell'Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro di Candiolo, è legata al gene MET, un oncogene che ha un ruolo chiave nella formazione e nella progressione dei tumori (oncogene significa infatti "gene che promuove la formazione dei tumori"). Oggi, un gruppo di ricercatori dell'IRCC guidati da Silvia Giordano, ha scoperto che la presenza di MET non è solo importante per l'insorgenza dei tumori e per il loro sviluppo, ma è addirittura fondamentale perchè le cellule tumorali possano invadere altri tessuti e formare le metastasi. Il gruppo di ricercatori piemontesi, grazie anche ai finanziamenti dell'AIRC, utilizzando alcuni modelli sperimentali, ha dimostrato che "mettendo a tacere" il gene MET (ossia impedendogli di svolgere la sua funzione), le metastasi non si formano. Inoltre, facendo lo stesso tipo di esperimenti di "silenziamento genico" su metastasi già formate, i ricercatori hanno osservato che esse regrediscono. Questi risultati rappresentano certamente un ottimo punto di partenza per lo studio di nuove possibili terapie in grado di bloccare l'azione di MET e con essa la progressione dei tumori e la formazione delle metastasi.

Ricerca pubblicata su:
Oncogene

Titolo originale:
Silencing the MET oncogene leads to regression of experimental tumors and metastases

Data Pubblicazione:
08/2007

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto