Come prendere il tumore "per fame"

Uno dei principali obiettivi delle ricerche AIRC è trovare armi sempre più efficaci e precise per colpire il tumore. Diversi studi finanziati da AIRC sono indirizzati a chiarire i meccanismi dell'angiogenesi, vale a dire la formazione di nuovi vasi sanguigni destinati a portare sangue e quindi nutrimento al tessuto tumorale.

L'obiettivo è trovare un sistema per inibire la crescita dei nuovi vasi. Al tumore verrebbero in questo modo "tagliati i viveri" e non potrebbe più crescere. Sul come impedire l'angiogenesi si stanno ideando e valutando diverse modalità.
Lo studio, condotto presso il Laboratorio di Biologia molecolare dell'Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova dall'équipe guidata dalla dottoressa Adriana Albini, indica un nuovo possibile bersaglio da colpire, un tipo particolare di globuli bianchi, che i risultati della ricerca mostrano avere un importante ruolo nell'indurre la formazione dei nuovi vasi.

Ricerca pubblicata su:
The Faseb Journal

Titolo originale:
'Angioprevention': angiogenesis is a common and key target for cancer chemopreventive agents

Data Pubblicazione:
01/2002

Top

Leggi anche

Sosteniamo la ricerca

Sosteniamo la ricerca

Scopri la ricerca

Scopri la ricerca

Diffondiamo l'informazione scientifica

Diffondiamo informazione

Resta in contatto