Progressi della ricerca AIRC

Una selezione dei risultati pubblicati negli ultimi mesi dai ricercatori finanziati da AIRC sulle riviste scientifiche internazionali.

progressi della ricerca dic17

Colpire le centrali energetiche

Un attacco mirato ai mitocondri, organelli cellulari definiti "le centrali energetiche della cellula", riesce a distruggere il tumore senza danneggiare le cellule sane. Lo si legge sulla rivista Cancer Cell dove un gruppo composto da ricercatori tedeschi e dell'Università di Padova ha pubblicato i risultati di uno studio portato a termine anche grazie al contributo di AIRC. "La proteina Kv1.3, presente sulla membrana dei mitocondri, forma un canale attraverso il quale passa il potassio" spiega Ildiko Szabo, coordinatrice del gruppo padovano, precisando che la presenza di Kv1.3 è molto più comune sui mitocondri delle cellule tumorali che su quelli delle cellule sane. Da qui l'idea di creare un farmaco capace di colpire questa proteina per eliminare il tumore. In laboratorio l'approccio ha funzionato: il composto è riuscito a uccidere il 98 per cento delle cellule leucemiche, mentre in modelli animali di melanoma e tumore del pancreas ha ridotto le dimensioni del cancro del 90 e del 60 per cento rispettivamente. Prima di passare alla clinica servono conferme ma i risultati sono incoraggianti.

Fonte: Cancer Cell

Per saperne di più

 

I traguardi dei nostri ricercatori

Una selezione dei lavori pubblicati dai ricercatori AIRC sulle più importanti riviste scientifiche internazionali, dai meccanismi cellulari di base alla prevenzione e cura della malattia.
Scopri di più

Un vecchio farmaco per la leucemia

L'acriflavina, un vecchio antisettico, potrebbe rappresentare una strategia efficace per spegnere definitivamente la leucemia mieloide cronica. "Grazie ai farmaci diretti contro la molecola BCR/Abl oggi il 90 per cento circa dei pazienti sta bene a cinque anni dalla diagnosi" spiega Persio dello Sbarba, coordinatore di uno studio pubblicato sulla rivista Blood, che poi precisa: "Dopo le terapie rimane il rischio di un ritorno della malattia legato soprattutto alla presenza di cellule staminali tumorali". Con il sostegno di AIRC, i ricercatori dell'Università di Firenze hanno scoperto che l'acriflavina è in grado di rallentare la crescita del tumore e di colpire in modo specifico le staminali tumorali senza danneggiare in modo eccessivo le staminali emopoietiche sane che danno origine alle cellule del sangue. Il nuovo ruolo dell'acriflavina è stato testato solo su modelli sperimentali ma, se confermato, potrebbe affiancare la terapia esistente.

Fonte: Blood

Per saperne di più

 

Donne informate per la mammografia

Anche per mettere a punto uno strumento informativo efficace per i pazienti è necessario un approccio scientifico. Ed è esattamente quello che ha scelto il progetto "Donna Informata", finanziato da AIRC, che ha messo a punto un programma a tappe, disponibile online, per informare correttamente le donne sullo screening mammografico. Tra gli esperti, infatti, c'è accordo sul fatto che nei libretti e negli strumenti informativi debbano essere esplicitati in modo corretto tutti i potenziali benefici ma anche i danni, nonché i dati incerti e le controversie ancora oggi presenti tra i ricercatori. Lo strumento è pensato per essere usato durante il processo decisionale che una donna deve mettere in atto prima di decidere se accettare o meno l'invito allo screening mammografico, alla luce delle corrette informazioni ricevute e dei propri valori, preferenze ed esperienze. È basato su ciò che è emerso da focus group ma anche dalla revisione della letteratura scientifica sullo screening e sul modo di comunicare le controversie e le incertezze esistenti sul tema. Lo strumento è ora in corso di valutazione all'interno di uno studio clinico randomizzato che si svolgerà in tre centri screening, Torino, Firenze e Palermo, su donne tra i 45 e i 53 anni che per la prima volta verranno invitate a fare una mammografia all'interno del programma organizzato di screening.

 

Top

Ultimo aggiornamento venerdì 1 dicembre 2017.

Redazione

Leggi anche

Guida terapie

guida terapie

Traguardi dei nostri ricercatori

I traguardi dei nostri ricercatori

Finanziamenti alla ricerca

bw-finanziamenti alla ricerca

5 X 1000 X AIRC

Cinque per 1000

Inserisci il codice fiscale di AIRC nello spazio destinato al 5X1000 della tua dichiarazione dei redditi e aiutaci a moltiplicare i risultati della ricerca.

Richiedi un sms promemoria con il codice fiscale!

 

Resta in contatto

TIENITI INFORMATO

UNA CORRETTA INFORMAZIONE È IL PRIMO PASSO
PER PREVENIRE IL CANCRO.

X
Come da informativa sulla privacy acconsento al trattamento dei miei dati
Iscriviti alla newsletter