Heracles, cercasi volontari

I responsabili coinvolti nel progetto Heracles hanno messo a punto una guida essenziale per i pazienti che volessero partecipare

sperimentazione-heraclesCos'è la sperimentazione Heracles per il carcinoma del colon e del retto?

Heracles è uno studio clinico in cui si sperimentano nuove terapie biologiche a bersaglio molecolare in pazienti con tumore metastatico del colon-retto che non abbiano tratto beneficio clinico dalla terapia biologica con i farmaci cetuximab o panitumumab.

A chi è rivolto?

Un ammalato su dieci tra quelli il cui tumore è resistente ai farmaci cetuximab o panitumumab ha nel tumore un difetto del gene HER2 (amplificazione). Le cure proposte nella sperimentazione Heracles sono adatte solo per i pazienti nel cui tumore si trova questa alterazione, che provoca la produzione eccessiva della proteina HER2 nelle cellule del tumore. Abbiamo a disposizione farmaci che sono stati specificatamente prodotti per bloccare questo difetto. Heracles valuta due diverse combinazioni di questi farmaci che, in laboratorio, si sono dimostrate efficaci nel trattare questi tumori.

Come faccio a sapere se il tumore del colon-retto dal quale sono affetto ha l'amplificazione di HER2?

Per poter partecipare alla sperimentazione Heracles bisogna che il difetto (amplificazione) di HER2 nel tumore sia certificata dall'Anatomia patologica dell'Ospedale Niguarda Ca' Granda di Milano. Tuttavia un primo esame di HER2 sul tumore può essere effettuato mediante immunoistochimica in uno qualsiasi degli altri ospedali partecipanti o addirittura nel tuo stesso ospedale.

Come faccio a partecipare?

Guarda la lista dei centri clinici partecipanti alla sperimentazione Heracles. Se sei già seguito da uno dei centri partecipanti, parlane col tuo oncologo curante. Se invece NON sei seguito in uno dei centri clinici elencati, parlane con il tuo oncologo ed eventualmente chiedigli di mettersi in contatto con uno degli ospedali in cui la sperimentazione è attiva per avere ulteriori informazioni.

In quali ospedali è attiva la sperimentazione Heracles?

La sperimentazione Heracles si svolge in cinque ospedali italiani con il coordinamento di Salvatore Siena, dell'Ospedale Niguarda Ca' Granda di Milano. Nella tabella l'elenco completo dei centri clinici partecipanti e il nome di riferimento per ciascun centro.

 

REGIONE E CITTÀ CENTRO CLINICO RIFERIMENTO
LOMBARDIA - Milano Ospedale Niguarda Ca' Granda Andrea Sartore-Bianchi
PIEMONTE - Candiolo (Torino) Istituto per la ricerca e la cura del cancro Francesco Leone
VENETO - Padova Istituto oncologico veneto Vittorina Zagonel
EMILIA ROMAGNA - Bologna Ospedale S. Orsola Malpighi Carmine Pinto
CAMPANIA - Napoli Seconda Università di Napoli Fortunato Ciardiello

 

Come è strutturata la sperimentazione Heracles?

I primi 27 pazienti eleggibili (ovvero con le caratteristiche cliniche e molecolari richieste per partecipare con le migliori probabilità di beneficio clinico) verranno trattati con la combinazione dei farmaci lapatinib e trastuzumab. Successivamente altri 27 nuovi pazienti riceveranno la combinazione trastuzumab e pertuzumab.

Il lapatinib è un farmaco che si assume ogni giorno sotto forma di compresse a casa del paziente.
Il trastuzumab e il pertuzumab sono somministrati in endovena con cadenza settimanale presso l'ospedale che esegue la sperimentazione.

Tutti questi sono farmaci biologici contro HER2. Il trastuzumab e il pertuzumab sono anticorpi monoclonali, mentre il lapatinib è una piccola molecola che oltre a HER2 blocca anche HER1 (un "cugino" molecolare di HER2).

La partecipazione alla sperimentazione Heracles è gratuita ed è sostenuta con fondi AIRC, mentre i farmaci sono donati dalle case produttrici.

Per maggiori informazioni:

Progetto Heracles
tel: 011.99.33.842
email: cosimo.martino@ircc.it

Top

Ultimo aggiornamento lunedì 25 marzo 2013.

Daniela Ovadia

Resta in contatto

TIENITI INFORMATO

UNA CORRETTA INFORMAZIONE È IL PRIMO PASSO
PER PREVENIRE IL CANCRO.

X
Come da informativa sulla privacy acconsento al trattamento dei miei dati
Iscriviti alla newsletter